Sei in home progetti SICt Un nuovo scenario di studio per SICt

NEWS

Un nuovo scenario di studio per SICt

Simulata l'interruzione delle IC di trasporto in Cantone Ticino, vicino al confine con l'Italia.

9 luglio 2020

Le attività del progetto SICt continuano. Come deciso nel workshop con gli stakeholder del 19 dicembre scorso a Como, il team di progetto sta sviluppando un nuovo scenario di studio, riguardante il deragliamento di un convoglio ferroviario sulla linea Varese-Luino-Bellinzona, con coinvolgimento conseguente della sottostante zona edificabile e dell’attigua strada cantonale.

Più precisamente, è previsto che la frana si verifichi in prossimità del confine Italia-Svizzera, sul lago Maggiore, nella zona del comune di Gambarogno. Entrambe le infrastrutture di trasporto (ferroviaria e stradale) vengono interrotte fino al ripristino delle condizioni adeguate alla circolazione.

Si ipotizza, inoltre, che il convoglio ferroviario interessato sia adibito al trasporto di sostanze pericolose, con potenziale grave rischio anche per gli edifici colpiti.

Sulla base di questo scenario, scelto su scala interregionale per la complessità degli impatti sulla circolazione dei passeggeri, delle merci e sulla popolazione, sarà a breve organizzato un nuovo workshop tecnico con gli stakeholder di progetto, per analizzare le modalità di risposta e ripristino e valutare quindi le possibili azioni coordinate e/o di collaborazione tra attori.

Durante il workshop si procederà a simulare la gestione cooperativa dello scenario, ipotizzando che ciascun soggetto attivi i propri piani e procedure di gestione emergenza e quelli di gestione del traffico/servizio a seguito dell’interruzione dell’infrastruttura.

Si potranno così condividere le procedure attualmente utilizzate per valutare le sinergie, per poi eventualmente elaborare una eventuale ottimizzazione delle risorse sul territorio di progetto e una migliore modalità di condivisione delle informazioni, anche in tempo reale.

Il momento finale di questo percorso di lavoro si terrà durante il Convegno internazionale di SICt del 1-2 ottobre 2020, organizzato da SUPSI, di cui sarà presto disponibile il programma.  Oltre agli approfondimenti sugli scenari e sulle altre attività di SICt, in quell’occasione saranno presentati, in collaborazione con il network CIRINT.NET, i lavori di numerosi progetti internazionali sviluppati nel campo della resilienza delle infrastrutture critiche.

Tutti gli aggiornamenti saranno pubblicati su questo sito e sulla nostra pagina Linkedin.

Vai al sito di progetto