Sei in home progetti SKILLMATCH-INSUBRIA (Ri)allineare domanda e offerta di lavoro

(Ri)allineare domanda e offerta di lavoro

La competitività del sistema transfrontaliero e le condizioni per lo sviluppo d’impresa, d’innovazione e di valore aggiunto, nonché la costruzione di un contesto socioeconomico e culturale capace di governare tali processi, dipendono dalla disponibilità territorialmente decentralizzata di risorse umane e competenze. La scarsa aderenza dei sistemi formativi ai bisogni in continua evoluzione delle imprese, il brain drain che caratterizza l’area insubrica, i valori preoccupanti d’indicatori occupazionali, il carattere strutturale della disoccupazione e di altre forme di esclusione dal lavoro (sottoccupazione, sovraqualificazione), i fenomeni di dumping salariale e di sostituzione occupazionale richiamano la necessità d’intervenire per ridurre gli squilibri e garantire coesione sociale e una risposta efficace ai bisogni delle imprese. Tutto ciò ha estrema importanza in relazione ai macro trends che impattano l’area.

Intervenire sugli squilibri tra domanda e offerta di lavoro è cruciale non solo per la competitività del sistema e delle sue componenti ma anche per realizzare una crescita che sia intelligente e sostenibile, nonché un’occupazione che includa anche le aree discoste. Entrambe sono essenziali per ridurre le disparità regionali, favorendo una maggiore apertura alla collaborazione.

Il sistema delle politiche e delle offerte formative e la filiera istruzione-formazione-lavoro rappresentano il campo d’intervento di questo progetto, da un lato poiché proprio lì l’analisi SWOT del PC ha evidenziato chiare debolezze e ambiti essenziali d’intervento (scarsa aderenza dell’offerta formativa alla domanda e visibilità dell’offerta, insufficiente utilizzo delle formazione continua e tendenza alla centralizzazione dell’offerta), dall’altro perché la logica di rete promette significativi benefici, grazie alle possibilità di fare massa critica, sfruttare le complementarietà sui due lati, godere delle economie di scala e rafforzare i sistemi di competenze.

Obiettivi

Il WP5 mira a identificare, sperimentare e implementare interventi di (ri)allineamento tra domanda e offerta di lavoro, di soluzione degli squilibri e di risposta ai bisogni delle imprese del territorio. Obiettivi specifici sono:

1.Indagare, in comparti e filiere strategici, le dinamiche concrete di s/equilibrio e le strategie messe in atto, con particolare riferimento alla dimensione transfrontaliera, al ricorso alla formazione e/o ai mercati esterni del lavoro

2.Fare emergere opportunità e buone pratiche per la gestione e la soluzione delle situazioni di squilibrio a livello d’imprese, istituzioni e territorio, e assicurarne l’appropriazione da parte del sistema di attori

3.Ideare, sperimentare e implementare interventi specifici e di sistema per allineare domanda e offerta di lavoro, facendo leva sull’adeguamento dell’offerta formativa ai bisogni delle imprese; interventi che siano sostenibili nel tempo e suscettibili di un’applicazione generalizzata all’intera area.

Caratteristiche

Il WP5 opererà secondo l’approccio della ricerca-azione su comparti e filiere strategicamente rilevanti per lo sviluppo e la competitività dell’area. La loro selezione sarà funzionale agli obiettivi di crescita intelligente, inclusiva e sostenibile e sarà operata coinvolgendo il Comitato istituzionale di accompagnamento, così da assicurare una scelta coerente con le strategie di sistema e le politiche settoriali.

Relazioni con gli altri WP.

Il WP5 è il punto focale del progetto. Dati, analisi e scenari dei WP3 e WP4 troveranno qui, oltre che ambito di verifica e approfondimento, la concretizzazione in azioni funzionali agli obiettivi dell’Asse 1 e dell’intero PC. Le attività degli altri WP forniranno input per delimitare il campo di analisi settoriale e di sviluppo di azioni. Input diretto alla Fase 5.3 è la rassegna di azioni e buone pratiche della fase 4.2.5.