Sei in home progetti GE.RI.KO. MERA

Gestione risorse idriche ed ambienti acquatici in comune – Il bacino del Fiume MERA

Italia e Svizzera condividono geograficamente importanti risorse idriche, tra le quali il bacino imbrifero del Mera, risorsa rilevante a fini economico-produttivi e contesto di notevole rilevanza ambientale con Siti di Natura 2000. Il progetto ha l’obiettivo di realizzare attività condivise a sostegno di una strategia comune (ovvero una collaborazione tecnico-amministrativo-gestionale) tra Italia e Svizzera, replicabile in altri contesti analoghi, determinando così un significativo cambiamento nella gestione delle risorse idriche comuni, che al momento presentano regole e modalità operative diverse nei due stati e una non efficace attività comunicativa; ciò al fine di minimizzare i potenziali conflitti d’uso e il rischio di danneggiamento per il territorio e i suoi abitanti. Particolare attenzione verrà data al tema del trasporto solido (soprattutto alla luce della recente frana in Val Bondasca) per la protezione dei territori, per la modulazione degli usi e per la salvaguardia di ambienti e specie di interesse. Sono previste azioni conoscitive (analisi, rilievi, modellazioni e sperimentazioni in campo e incontri tecnico-amministrativi), realizzazioni di interventi (sugli ambienti e sulle specie caratterizzanti il sistema acquatico) anche per il ripristino del corridoio ecologico del Mera nei Siti della Rete Natura 2000 e a mitigazione degli effetti del grave episodio franoso, nonché la definizione di linee guida a supporto della governance transfrontaliera.

durata progetto


36 mesi

data inizio


26. 06. 2019

data fine


25. 06. 2022

ASSE 2 - VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE


Obiettivo specifico 2.1 - Aumento delle strategie comuni per la gestione sostenibile della risorsa idrica


azioneA_21

I principali gruppi target ai quali si rivolge il progetto sono la popolazione, la Pubblica Amministrazione, i turisti, i pescatori, le associazioni ambientaliste, le scuole e i professionisti che si occupano di ambiente, acquatico in particolare.

Le attività di analisi delle condizioni del Mera e delle loro evoluzioni sono finalizzate a provvedere alla sicurezza del territorio da eventi straordinari, come quello avvenuto lo scorso agosto, che possano rappresentare un’alterazione e un pericolo. L’organizzazione di eventi e la produzione di materiale divulgativo consentirà alla popolazione di essere informata sulle attività eseguite e sui benefici attesi.

La P.A. potrà basarsi sui dati raccolti e sulle analisi effettuate nel corso del progetto per definire scenari e prendere decisioni efficaci sia in termini di tutela dei territori sia in termini di tutela ambientale.

L’attività di reintroduzione di fauna ittica autoctona nelle acque del Mera, oltre a rappresentare un beneficio in termini di incremento della biodiversità nei siti della Rete Natura 2000 ricompresi, avrà un effetto positivo anche per i pescatori, fruitori della risorsa.

I tecnici professionisti che si occupano di ambiente idrico e i Comuni della valle potranno avvalersi di dati più completi e aggiornati non solo sul Fiume Mera ma anche sui corpi idrici minori del bacino del Mera grazie alle attività del WP4.

Gli interventi ambientali sul corridoio ecologico nei Siti di Natura 2000 e quelli a sostegno di habitat e specie di interesse naturalistico porteranno a un miglioramento delle condizioni del Mera, incentivando la fruizione turistica del territorio.

A beneficiare indirettamente dei risultati del progetto saranno infine gli enti gestori delle aree naturali e della risorsa idrica in altri territori dell’area EUSALP, che potranno utilizzare il protocollo di collaborazione Italia-Svizzera sulla gestione del bacino del Mera come modello di riferimento per impostare analoghe strategie di collaborazione.


I locali gestori degli impianti idroelettrici, in particolare EWZ in territorio svizzero e A2A in territorio italiano, sono fra i principali portatori di interesse nel progetto GE.RI.KO. Mera. Le loro attività condizionano e sono al tempo stesso condizionate dalle caratteristiche idrologiche e qualitative delle risorse idriche.

Il partenariato proponente il progetto GE.RI.KO. Mera ha stabilito con i concessionari idroelettrici, già in fase di definizione del progetto, un confronto approfondito sulle tematiche trattate; sono previsti durante il progetto frequenti incontri di aggiornamento sull’evoluzione delle attività anche per poter avere un confronto tempestivo sulle decisioni gestionali, sugli interventi che si intende realizzare e sulle attività effettuate.

Altri portatori di interesse sono rappresentati dall’UPS (Unione Pesca Sportiva della Provincia di Sondrio), partner di progetto, concessionario ai fini della pesca delle acque della Valchiavenna, e dagli agricoltori che utilizzano le acque del Fiume per l’irrigazione dei terreni.

Anche gli operatori turistici dell’ambito territoriale di progetto (albergatori, ristoratori) rientrano tra gli stakeholder, in quanto le criticità conseguenti agli eventi franosi rappresentano per loro un danno sia in termini di tutela del territorio sia in termini di diminuzione dell’attrattività turistica.

Le attività del progetto andranno a vantaggio della Pubblica Amministrazione fornendo strumenti di valutazione e controllo dello stato dell’ambiente e delle sue dinamiche e protocolli di gestione adeguati a intervenire efficacemente per le previste fasi evolutive connesse alla frana del Pizzo Cengalo dello scorso agosto, salvaguardando così l’ambiente fluviale anche in termini fruizionali.

Appositi incontri di presentazione con questi portatori di interesse sono stati effettuati in sede di predisposizione progettuale.


VALCHIAVENNA / Research Unit Snow and Permafrost of the WSL Institute for Snow and Avalanche Research SLF / Regione Lombardia / Università degli Studi di Milano / Politecnico di Milano / Università degli Studi dell'Insubria / Riserva Naturale Pian di Spagna Lago di Mezzola / UNIONE PESCA SPORTIVA DELLA PROVINCIA DI SONDRIO / BLU PROGETTI - S.R.L.


Il progetto presentato è finalizzato alla definizione di un sistema di gestione della risorsa idrica che garantisca la tutela dell’ambiente. Pertanto, i risultati di progetto saranno essi stessi soluzioni finalizzate a ridurre le pressioni ambientali, così come le attività di progetto sono esse stesse strumenti atti all’individuazione di tali soluzioni.

La progettazione degli interventi previsti nel piano di lavoro del progetto GE.RI.KO. Mera, anche se direttamente finalizzata alla salvaguardia e al miglioramento ambientale, sarà sottoposta a valutazione da parte dei soggetti gestori dei Siti della Rete Natura 2000 che si collocano nell’ambito territoriale di riferimento del progetto; tali gestori sono partner di progetto e avranno responsabilità diretta nell’esecuzione delle citate attività.

Tutte le misure di mitigazione dei cantieri che verranno avviati per la realizzazione degli interventi previsti dal piano di lavoro del progetto saranno rese operative in sede realizzativa, in modo tale da minimizzare, se non rendere del tutto nulli, i possibili effetti negativi prodotti dai cantieri stessi sugli ambienti acquatici.

Inoltre, tutti gli interventi materiali previsti saranno accompagnati da misure di monitoraggio ecologico degli effetti sugli ambienti acquatici, che consentiranno di individuare tempestivamente eventuali misure correttive e/o modifiche di progetto.

capofila svizzera

Research Unit Snow and Permafrost of the WSL Institute for Snow and Avalanche Research SLF

Visualizza su Google Maps
Interreg

valore totale del progetto

1.820.782,22

Interreg

CHF 210.000,00

contributo pubblico fesr

€ 1.547.664,89

contributo pubblico nazionale italiano

€ 208.948,23

COMUNITA MONTANA VALCHIAVENNA (SO)

Regione Lombardia - DG Territorio e Protezione civile (MI) ed Ufficio Territoriale Regionale Montagna (SO)

Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali DESP (MI)

Politecnico di Milano sede Lecco - Dip. DICA, Sezione Scienze e Ingegneria dell’Acqua SIA

Università degli Studi dell'Insubria (VA)- Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia

Riserva Naturale Pian di Spagna Lago di Mezzola (CO)

UNIONE PESCA SPORTIVA DELLA PROVINCIA DI SONDRIO

BLU PROGETTI - S.R.L. - Varese

Research Unit Snow and Permafrost of the WSL Institute for Snow and Avalanche Research SLF (GR)