Sei in home progetti TYPICALP WP3 | MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA FILIERA DI PRODUZIONE LATTIERO-CASEARIA IN ZONE DI MONTAGNA ATTRAVERSO UN APPROCCIO DI GESTIONE SOSTENIBILE E DI INNOVAZIONE

WP3 | MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DELLA FILIERA DI PRODUZIONE LATTIERO-CASEARIA IN ZONE DI MONTAGNA ATTRAVERSO UN APPROCCIO DI GESTIONE SOSTENIBILE E DI INNOVAZIONE

Il WP si prefigge l’obiettivo di stabilire lo stato dell’arte della filiera lattiero-casearia in zona di montagna e promuovere delle soluzioni per la gestione, il rispetto della tradizione, la qualità del processo produttivo certificato e la completa naturalità dei prodotti, preservandone il valore della loro tipicità e garantendo una migliore remunerazione ai produttori.

Il settore lattiero-caseario dell’arco alpino presenta diverse difficoltà legate all’intero processo di filiera: dalla gestione degli alpeggi alla gestione della distribuzione dei prodotti.

Pur esistendo differenze a livello culturale tra le 2 regioni di cooperazione transfrontaliera, le problematiche sono le medesime dal punto di vista della complessità geografica e orografica del territorio, della gestione dei vincoli sanitari e ambientali per il benessere degli animali, la produzione dei formaggi e la gestione dei sottoprodotti di lavorazione e dei reflui.

Tutta la catena logistica dalla fabbricazione dei prodotti fino alla loro distribuzione, passando per la loro promozione, è ugualmente problematica per le regioni della cooperazione. Alla tradizione si legano indissolubilmente le produzioni certificate di entrambi i territori alpini, che potranno sempre e solo essere prodotti con metodi e materie prime naturali, esattamente come avviene da secoli nell’arco alpino, impiegando latte vaccino fresco della zona di produzione.

L’analisi sarà volta ad identificare e descrivere il quadro normativo di riferimento dell’area di cooperazione, le fasi (cartografia dei metodi di gestione, tecnologie di trasformazione e inventario delle tipologie di prodotti lattiero-caseari), gli attori coinvolti, i prodotti e i sottoprodotti della filiera e la dimensione (numero di imprese attive, tipologia, struttura economica, distribuzione territoriale, relazioni transfrontaliere, peso sull’economia locale, caratteristiche strutturali che ne condizionano l’efficienza).

Inoltre il WP ha come obiettivo specifico la realizzazione di prodotti innovativi (dall’innovazione dei prodotti del territorio agli alimenti funzionali) a partire dalla tradizione e sfruttando, in un’ottica di economia circolare, i sottoprodotti e i reflui della filiera.

Tutto questo, a tutela di quel diritto che ogni consumatore ha di conoscere la storia, la tradizione e le caratteristiche nutrizionali del prodotto che sceglie e mette sul piatto.